Blog Post

Caffè: qual è la differenza tra arabica e robusta?

arabica e robusta caffè

In commercio ci sono numerosi caffè pregiati, dai costi esorbitanti e dai gusti particolarissimi, ma per le nostre colazioni o i momenti di pausa alla moka, la scelta si riduce quasi in ogni caso ai due tipi più diffusi e consolidati: arabica e robusta.

Si tratta dei due tipi di caffè più coltivati al mondo, piuttosto differenti tra loro, derivanti da due piante di diverse sottospecie della pianta Coffea: la Coffea arabica e la Coffea canephora. L’arabica è la più coltivata in assoluto, in particolare in America Latina e in Africa Orientale, luogo di cui è originaria; le piante di arabica crescono in collina o bassa montagna (tra i 1000 e i 2000 metri circa, prevalentemente su altopiani) e i chicchi sono di forma allungata, piuttosto grossi.

La robusta è coltivata soprattutto in Africa Occidentale, sua zona d’origine e in Asia Sudorientale, dove fu impiantata con successo già nei secoli scorsi. Le piante di robusta crescono ad altezze inferiori e a temperature superiori rispetto all’arabica. Anche i livelli di umidità necessari ai raccolti di robusta sono più alti. I semi sono più piccoli e più tondeggianti.

La robusta è generalmente più resistente dell’arabica e consente raccolti maggiori: di solito (ma non è una regola) le “ciliegie” di caffè, che contengono i chicchi, sono raccolte a mano in caso di arabica e con procedimenti meccanizzati per quanto concerne la robusta.

Al di là delle differenze legate alla coltivazione e alla morfologia dei semi, quello che più preme al consumatore è capire quali sono le caratteristiche aromatiche di arabica e robusta: tra le due la prima è considerata più pregiata, perché offre un sapore più dolce, poca acidità e un contenuto di caffeina più basso. La robusta è più amara, cremosa e presenta un contenuto di caffeina all’incirca doppio: in una parola è un caffè più forte.

Arabica cosa significa

Su Artimondo trovate il caffè 100% Arabica sia per moka sia in capsule, quest’ultimo è un caffè biologico di alta qualità, rotondo e bilanciato, dal bouquet profumato e delicatamente speziato. Gode della certificazione Fairtrade, questo significa che per produrlo sono state garantite le migliori condizioni a chi lo lavora e sono state garantite tutte le condizioni socio-economiche di produttori e lavoratori, nel pieno rispetto dei diritti umani. Tutto, inclusa la carta dell’astucci, sto certificati FSC, con materie prime provenienti solo da foreste gestite in modo ecosostenibile.

READ ARTICLE IN ENGLISH

 

Articoli correlati

Articoli correlati

Come profumare la casa al naturale

Come profumare la casa con rimedi naturali evitando di usare prodotti chimici...

Sei regali di Natale artigianali per fare bella figura

Non è sempre facile indovinare il regalo di Natale più giusto per...

Liquori per dolci: i migliori ingredienti per ricette di dessert sfiziosi

I liquori sono spesso degli ingredienti molto utili, in alcuni casi addirittura...

Lascia un commento

campi obbligatori *

Lisola: la biancheria che sognavamo

ARTIGIANO IN FIERA 2023 BIOLOGICO, VEGANO, SENZA GLUTINE E I PRODOTTI DELLO STARE BENE

Come profumare la casa al naturale

Risotto alla birra: con lo speck e ai funghi. Due ricette facili

Sei regali di Natale artigianali per fare bella figura

Lebkuchen, i biscotti di Natale altoatesini: tutto il gusto della tradizione

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

ARTIGIANO IN FIERA

Magazine

Ottieni ora uno

SCONTO DEL 10%

Copia questo codice ed utilizzalo al tuo
prossimo acquisto: BENVENUTO10M