Blog Post

Breakfast nook: come crearlo in casa e come arredarlo

Breakfast nook come si arreda

Breakfast nook significa letteralmente “nido per la colazione”, in italiano potremmo anche definirlo “angolo per la colazione”. In poche parole è la parte della casa, solitamente della cucina, che usiamo per fare colazione. Non sempre, infatti, il primo pasto della giornata viene consumato sullo stesso tavolo su cui si pranza e si cena, ma spesso si sfrutta uno spazio più piccolo. Per questo si parla di “nido”.

In realtà il breakfast nook può anche avere dimensioni più grandi o sembrare un vero e proprio tavolo su cui si possa anche pranzare in compagnia, tutto dipende dalla grandezza della casa. Se una casa è molto grande e ha un’apposita sala da pranzo o un soggiorno in cui sono posti anche il tavolo e le sedie per le cene, allora il breakfast nook può anche essere un vero e proprio tavolo da pranzo, ma posto in cucina o ad essa più vicino. Invece, se la casa è più piccola il breakfast nook sarà costituito da un tavolino e un paio di sedie.

Breakfast nook in casa

Breakfast nook interno

Il breakfast nook ideale in casa si trova vicino a una finestra. Deve infatti essere un angolo luminoso, magari affacciato all’esterno, dal quale possiamo vedere subito che tempo c’è fuori. È importante che sia un angolo della casa in cui sia piacevole trascorrerci del tempo, perché questo ci permetterà di consumare la colazione con calma e ci metterà di buonumore.

Se lo spazio a disposizione è piccolo, basta un tavolino, anche richiudibile, posizionato vicino a una finestra con una, due o più sedie (dipende da quanti siamo in casa). Se invece la casa è più grande si può adibire a breakfast nook un angolo della cucina, anche vicino al muro, magari posizionandovi delle cassapanche o divanetti da rendere più comodi con dei cuscini.

Il breakfast nook può anche essere incorporato a una cucina attrezzata. Spesso, infatti, le cucine monoblocco hanno una parte da adibire a tavolo con degli sgabelli su cui sedersi. Bene, quello può essere l’angolo per la colazione.

Breakfast nook all’aperto

Breakfast nook esterno

Se si ha la fortuna di vivere in campagna o al mare, non si può rinunciare a un breakfast nook all’aperto. In giardino, sul portico, sotto un gazebo, una veranda oppure sul terrazzo, bastano un tavolo e qualche sedia e il gioco è fatto. Si può fare colazione fuori, ovviamente se la giornata lo permette, godersi il sole di prima mattina ed entrare subito in contatto con la natura.

Ma anche chi vive in città non disperi: si può ricavare un breakfast nook sul balcone, con un piccolo tavolo oppure con un asse da appendere alla ringhiera (ne esistono di tutti le dimensioni in commercio). Chiaramente è bene che il balcone si trovi a un piano a cui non arrivi troppo smog e che sia un ambiente ben tenuto, con piante fiorite e aromatiche, e che sia vicino alla cucina, ma potrebbe in questo caso andare bene anche il balcone della camera da letto.

READ ARTICLE IN ENGLISH

 

Articoli correlati

Articoli correlati

Olio d’oliva: origini e storia dell’“oro verde”

Conosci le origini dell’olio d’oliva? L’olio d’oliva è un’eccellenza italiana riconosciuta in...

Spezie in cucina: elenco, usi e proprietà

Sono antiche e curative, ma non sempre le spezie in cucina vengono...

Quali salumi mangiare d’estate e come?

Spesso si tende a demonizzare i salumi, soprattutto d’estate, perché si ritiene...

Lascia un commento

campi obbligatori *

Olio d’oliva: origini e storia dell’“oro verde”

Spezie in cucina: elenco, usi e proprietà

Quali salumi mangiare d’estate e come?

Qual è il pane “migliore”?

Succo di bergamotto: meglio puro o diluito? I dosaggi consigliati

Aperitivo fai da te: ecco come sorprendere tutti a casa

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

ARTIGIANO IN FIERA

Magazine

Ottieni ora uno

SCONTO DEL 10%

Copia questo codice ed utilizzalo al tuo
prossimo acquisto: BENVENUTO10M