Blog Post

Pane di San Gerardo: tutto il gusto della forneria brianzola 

pane di san gerardoTra i prodotti più tipici della forneria lombarda, e in particolar modo brianzola, spiccano il pane e i biscotti di San Gerardo. Discendenti due antiche ricette, collegate al nome del compatrono di Monza San Gerardo dei Tintori, si tratta rispettivamente di un tipo di pane dolce e di squisiti biscotti secchi.

San Gerardo de’ Tintori 

Gerardo dei Tintori o Tintore, nato a Monza tra il 1134 e il 1140 e ivi morto nel 1207, è ricordato soprattutto per aver fondato con i beni ricevuti in eredità dall’agiata famiglia un ospedale per i poveri della città. Il nosocomio venne creato nel 1174 secondo i documenti di Comune e Chiesa e proseguì la sua attività per secoli: solo gli austriaci nel 1700 lo accorparono ad altre strutture sanitarie.

La sede originale dell’ospedale era sulla riva sinistra del fiume Lambro, proprio dove oggi si trova il ponte di San Gerardino e la chiesetta di San Gerardo.

Il pane di San Gerardo tra storia e leggenda 

Fatto con ingredienti semplici come zucchero, miele e frutta, con l’aggiunta di uva sultanina, mandorle e castagne candite, il pane di San Gerardo ha un’origine che viene fatta risalire tradizionalmente al miracolo più famoso del Santo patrono di Monza (insieme a San Giovanni Battista): l’attraversamento del fiume Lambro, nel 1177, per bloccarne la piena. 

La storia narra che San Gerardo stava pregando in Duomo quando l’improvvisa piena del Lambro distrusse il ponte che collegava l’ospedale alla città: San Gerardo allora stese il suo mantello sull’acqua raggiungendo l’ospedale, che si affacciava sul fiume, ordinando alle acque di non entrare nelle stanze dei malati. I monzesi salvati piena del fiume vollero ringraziare San Gerardo realizzando questo pane dolce e dandogli il suo nome.

I biscotti di San Gerardo sono invece dei dolcetti secchi a lunga conservazione, perché fatti senz’uovo. In epoca medievale venivano benedetti ai comaschi che andavano a Monza in pellegrinaggio alle reliquie del santo e quindi appesi alle finestre delle loro abitazioni in segno di devozione.


Regione Lombardia sostiene Artimondo Service

Regione Lombardia

La Lombardia è la regione italiana con più siti Unesco, dove arte e storia si fondono. Ha un mare di laghi per godersi ogni attività acquatica, e catene di montagne dove scatenarsi col trekking e gli sport invernali. In Lombardia, ci si può rilassare in terme accoglienti o sorprendersi in musei straordinari. Si può assaporare il piacere della scoperta, gustando una cucina tradizionale e ricercata, e grandi vini del territorio. In Lombardia non ci si annoia mai: mostre, eventi internazionali, teatri e musei con un’offerta culturale sempre differente.

Puoi esplorare la regione e collezionare i tuoi viaggi con #ilPassaporto #inLombardia o scaricando la app inLombardia PASS al link in-lombardia.it/pass-app.

Scopri di più su:

in-lombardia.it

passaporto.in-lombardia.it

 

[metaslider id=”45188″]

 

Articoli correlati

Articoli correlati

Come profumare la casa al naturale

Come profumare la casa con rimedi naturali evitando di usare prodotti chimici...

Sei regali di Natale artigianali per fare bella figura

Non è sempre facile indovinare il regalo di Natale più giusto per...

Liquori per dolci: i migliori ingredienti per ricette di dessert sfiziosi

I liquori sono spesso degli ingredienti molto utili, in alcuni casi addirittura...

Lascia un commento

campi obbligatori *

Lisola: la biancheria che sognavamo

ARTIGIANO IN FIERA 2023 BIOLOGICO, VEGANO, SENZA GLUTINE E I PRODOTTI DELLO STARE BENE

Come profumare la casa al naturale

Risotto alla birra: con lo speck e ai funghi. Due ricette facili

Sei regali di Natale artigianali per fare bella figura

Lebkuchen, i biscotti di Natale altoatesini: tutto il gusto della tradizione

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

ARTIGIANO IN FIERA

Magazine

Ottieni ora uno

SCONTO DEL 10%

Copia questo codice ed utilizzalo al tuo
prossimo acquisto: BENVENUTO10M