Blog Post

Tessuti pettinati e cardati: che differenza c’è?

pettinati e cardatiQual è la differenza tra tessuti pettinati e cardati? Meglio un capo in lana pettinata o cardata? Da cosa può dipendere la scelta? Ma prima cosa di tutto cosa si intende esattamente con il termine tessuto? Il tessuto è un manufatto costituito da un insieme di fili, ricavati da fibre tessili e intrecciati tra loro, secondo un dato ordine, tramite un procedimento chiamato tessitura. Il tessuto nella sua accezione generale è sempre formato da due elementi: l’ordito oppure catena, cioè l’insieme di fili tesi sul telaio, e la trama, ossia un unico filo che percorre da una parte all’altra l’ordito.

Tessuto e maglia

Più in dettaglio i tessuti si possono realizzare in tre modi: per intreccio di una serie di fili disposti in modo longitudinale (ordito) con uno o più fili disposti trasversalmente (trame) usando un telaio o una macchina per tessere; per concatenazione, secondo anse o boccole, di uno o più fili disposti nella stessa direzione attraverso una lavorazione con bastoncini metallici o con telai e macchine di maglieria, e infine per intreccio di una serie di fili longitudinali con un filo trasversale: inizialmente anche quest’ultimo è longitudinale e va inserito nell’assetto trasversale soltanto al momento dell’intreccio.

Stiamo parlando, con la terza tecnica, del sistema con cui si fanno pizzi e merletti ma anche tende di un certo pregio. Detto questo i tessuti più diffusi per l’abbigliamento sono i tessuti per intreccio ortogonale di ordito e trama, indicati proprio con la parola tessuto, e i tessuti per evoluzione di una sola serie di fili il cui termine commerciale è quello di maglia. Diciamo pure che i tessuti propriamente detti sono quelli realizzati su telaio o su macchina per tessere.

Si tratta di tessuti caratterizzati da tre dimensioni – altezza, lunghezza, spessore -, e creati secondo due fasi: preparazione dell’ordito e formazione dell’intreccio sulla macchina per tessere. I tessuti a maglia invece vanno divisi in due tipologie: a maglia in trama e a maglia in catena. Nella prima l’alimentazione del filo singolo o di pochi fili avviene in orizzontale e forma delle maglie in successione, fino a ottenere un rango completo. Tale tipo è chiamato a maglie raccolte perché è l’ago che prende il filo.

Nella maglia in catena l’alimentazione di una serie di fili paralleli è simultanea per tutti gli aghi che costituiscono insieme un rango di maglie. In tutt’e due i casi la maglia realizzata avrà grande elasticità, perché le boccole o anse possono distendersi in un senso come dell’altro.

Tipi di tessuti

Oltre alla distinzione generale tra tessuti veri e propri e tessuti a maglia, i tessuti si caratterizzano in base all’altezza e all’assetto (stretti, bassi, alti, a semplice o a doppia altezza etc.), all’utilizzo (per abbigliamento, arredamento, impiego tecnico), ma in primo luogo in base alla materia prima con cui vengono realizzati. Abbiamo quindi fibre tessili naturali, esistenti in natura, e fibre chimiche (tecnofibre) realizzate tramite l’uso della chimica.

Quindi in base al tipo di fibra con cui vengono realizzati i filati o i fili continui, possiamo avere tessuti di lana, cotone, seta, lino, canapa, cioè ricavati da fibre naturali. I tessuti ricavati da fibre chimiche possono essere di tipo artificiale (ricavati da polimeri naturali), sintetico (ricavati da polimeri sintetici) e minerali (prodotti da minerali e sostanze senza carbonio).

Ma veniamo alla nostra domanda iniziale e quindi ai tessuti in lana o cotone, i primi invernali e i secondi estivi per eccellenza, che possono essere pettinati e cardati, cioè sia pettinati sia cardati. La differenza risiede nel ciclo di lavorazione utilizzato per allestire i filati. I tessuti di cotone poi oltre che in cardati e pettinati si classificano anche in radi e fitti, a seconda della massa e della tipologia di armatura usati.

Differenza tra tessuti pettinati e cardati

I tessuti pettinati hanno un tipico aspetto rasato, sono più leggeri efreschi. I tessuti pettinati sono realizzati con fibre naturali (di origine animale come la lana o vegetale come il cotone) più lunghe perché permettono di ottenere filati più fini e non “pelosi”.

Per aumentare la resistenza dei filati pettinati questi possono essere sottoposti a successive e importanti torsioni che ne aumentano anche la ripresa alla piega. Un tessuto pettinato è quindi in definitiva più morbido, fine, anche in senso di stile, più adatto a un abbigliamento che vuole essere un attimo più sobrio se non proprio elegante.

I tessuti cardati di contro sono più pesanti, anche esteticamente, hanno un aspetto più morbido, quasi gonfio, e soprattutto sono più caldi non solo perché il peso è maggiore ma anche per i finissaggi applicati. I tessuti cardati sono “prerogativa” dell’abbigliamento invernale e per realizzarli si usano fibre più corte che uscendo dal filato danno il tipico aspetto peloso, gonfio e morbido: pensiamo ad esempio a un bel maglione in cachemire o in lana merinos.

In fase di finissaggio i tessuti cardati possono essere sottoposti a un’operazione di follatura e garzatura ovvero a un compattamento e spazzolatura che ne esalta le caratteristiche. In conclusione tra tessuti pettinati e cardati le differenze non sono poche e al di là della stagionalità che “impone” un certo tipo di abbigliamento, più o meno caldo, l’importante è essere sicuri di quel che si acquista. Se si comprano maglie, abiti, pantaloni e quant’altro realizzati artigianalmente in cotone o lana, pettinati o cardati che siano, la qualità è assicurata!

 

Articoli correlati

Articoli correlati

Tutte le proprietà del succo di bergamotto

Succo di bergamotto proprietà: oltre a essere un’ottima soluzione per la spremuta...

Come profumare la casa al naturale

Come profumare la casa con rimedi naturali evitando di usare prodotti chimici...

Sei regali di Natale artigianali per fare bella figura

Non è sempre facile indovinare il regalo di Natale più giusto per...

Lascia un commento

campi obbligatori *

Tutte le proprietà del succo di bergamotto

I migliori dolci di Pasqua artigianali, e qualche chicca inaspettata

Mente sana in corpo sano

Lisola: la biancheria che sognavamo

ARTIGIANO IN FIERA 2023 BIOLOGICO, VEGANO, SENZA GLUTINE E I PRODOTTI DELLO STARE BENE

Come profumare la casa al naturale

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

ARTIGIANO IN FIERA

Magazine

Ottieni ora uno

SCONTO DEL 10%

Copia questo codice ed utilizzalo al tuo
prossimo acquisto: BENVENUTO10M