Blog Post

Fiori d’arancio | Glossario dell’artigianato

fiori d'arancio o zagare zagara

Fiori d’arancio:

simbolo del matrimonio, i fiori d’arancio o zagare (dall’arabo zahara), bianchi e profumati, rappresentano la purezza, l’amore etero e il buon augurio oltre ad avere diversi effetti benefici sfruttati da secoli dall’uomo, per scopi fitoterapici e cosmetici.

Prima di occuparci delle proprietà e degli usi dei fiori d’arancio vediamo come nasce e a cosa è legata la tradizione che li lega alla sposa e al giorno delle nozze.

 

Fiori d’arancio e matrimonio: la leggenda

La leggenda narra che un re spagnolo dopo aver ricevuto in regalo da una bellissima ragazza un albero d’arancio lo fece piantare nel giardino del suo castello. Quando un ambasciatore di passaggio nel suo regno chiese al sovrano di regalargli un ramoscello di fiori d’arancio, il re rispose che mai avrebbe dato a qualcuno un solo ramo della pianta a cui teneva così tanto.

L’ambasciatore incassato il rifiuto del re si rivolse allora al giardiniere per ottenere un ramo di fiori d’arancio pagandogli il servigio 50 monete d’oro, denari con cui il giardiniere poté finalmente dare la dote alla figlia in modo da farla sposare. La ragazza il giorno della nozze adornò i suoi capelli con un ramo di fiori d’arancio in onore della pianta che le aveva dato l’opportunità di convolare a nozze e da allora le zagare sono rimaste indissolubilmente legate al fatidico giorno.

 

Proprietà e usi dei fiori d’arancio o zagare

I fiori d’arancio o zagare hanno cinque petali le cui minuscole ghiandole secernono il tipico profumo dalle note delicate e gradevolissime da cui si ricava sia un’acqua dagli effetti antispasmodici sia un olio essenziale con effetti blandamente sedativi, utile nei casi di ansia e stress così come per agevolare l’attività digestiva. I fiori d’arancio hanno inoltre proprietà vermifughe e sudorifere/febbrifughe.

In ambito cosmetico le zagare sono la base per prodotti naturali che idratano, rinfrescano, distendono la pelle e aiutano a combattere la cellulite. Qualche goccia di olio di fiori d’arancio o zagare ha anche il potere di allontanare fastidiosi insetti come le zanzare, mentre l’acqua viene impiegata pure per aromatizzare e preparare dolci. L’olio essenziale di fiori d’arancio amaro (Neroli) è molto usato anche in profumeria.

I fiori d’arancio amaro vengono trasformati anche in estratti secchi per preparare decotti, tisane e infusi dalle sopra richiamate proprietà, non bisogna però esagerare eccedendo con le dosi consigliate, il sovradosaggio può portare effetti indesiderati a livello cardiaco, ragion per cui chi ha problemi di cuore, diabete e ipertensione farebbe bene a consultare il medico prima di assumere una tisana o un decotto ai fiori d’arancio, sconsigliati anche in stato interessante e allattamento.

 

La bontà del miele di zagara

Le api che usano il polline dei fiori d’arancio danno vita a un delizioso miele di zagara, che potete trovare nel nuovo e-commerce degli artigiani di Artigiano in Fiera. È ottimo da usare per dolci a base di agrumi o come dolcificante per tè, latte e tisane. Inoltre ha effetti positivi contro l’ansia e il mal di testa. Si può abbinare con formaggi a pasta filata come provola o scamorza.

 

Aroma fiori d’arancio

L’aroma fiori d’arancio è un aroma che non può mai mancare in pasticceria. Viene utilizzato soprattutto per la produzione di dolci: basta aggiungere qualche goccia di questa preziosa essenza per donare a crostate, biscotti e plumcake un inconfondibile profumo agrumato. L’aroma fiori d’arancio è un ingrediente indispensabile nella preparazione di un dolce tipico della tradizione napoletana, che viene infornato nel periodo pasquale (solitamente il giovedì santo, il venerdì santo o il sabato santo, ma ormai lo si può trovare tutto l’anno nelle pasticcerie): la pastiera. La ricetta di questa torta con base di pasta frolla infatti prevede l’uso dell’acqua di fiori d’arancio nel ripieno preparato con ricotta, grano cotto nel latte, zucchero e uova.


Glossario dell’artigianato | Indice

 

Articoli correlati

Articoli correlati

Succo di frutta | Glossario dell’artigianato

Succhi di frutta: Con il termine succo di frutta si intende un...

Agrumi | Glossario dell’artigianato

Agrumi: Gli agrumi, con i loro colori, sapori e profumi, hanno un...

Aglio | Glossario dell’artigianato

Aglio: con il termine aglio si intende solitamente l’Allium sativum, che si...

Lascia un commento

campi obbligatori *

Olio d’oliva: origini e storia dell’“oro verde”

Spezie in cucina: elenco, usi e proprietà

Quali salumi mangiare d’estate e come?

Qual è il pane “migliore”?

Succo di bergamotto: meglio puro o diluito? I dosaggi consigliati

Aperitivo fai da te: ecco come sorprendere tutti a casa

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

ARTIGIANO IN FIERA

Magazine

Ottieni ora uno

SCONTO DEL 10%

Copia questo codice ed utilizzalo al tuo
prossimo acquisto: BENVENUTO10M